Rappresentanza e rappresentazione – Del ritorno al corporativismo medievale

Dichiarava qualche tempo fa Davide Casaleggio, ospite a La7: “Io vedo la democrazia rappresentativa in forte crisi. Uno dei motivi e’ l’allontanamento degli strumenti di democrazia diretta” (qui il video – attenzione alle idiozie di De Masi). E allora cito dal mio (non troppo) vecchio manuale di diritto pubblico (Bin e Pitruzzella, 2012, pp. 53-54):…

Le notizie cattive – e quelle buone

Oggi, domani e dopodomani, Movimento 5 Stelle e Lega votano per ratificare il “contratto di governo” scritto dai due partiti (qui la prima bozza, qui la seconda, qui la versione definitiva). Non è il primo contratto che gli italiani vengono invitati a firmare (vedi qui), anche se qualcuno ha azzardato paralleli con programmi molto lontani…

È solo la fine del mondo

Il 9 novembre 2016 era un mercoledì. Milano si risvegliava fredda, grigia, avvolta dalla nebbia. Non che fosse una novità. Quella mattina, però, la città rispecchiava l’animo di molti. Quelli che avevano avuto un brutto risveglio, dopo una serata inquieta e una notte piena di paure. Fino ad allora sopite, inespresse. Eravamo andati a dormire…

Emma non è Bernie

La Sinistra è in crisi in tutta Europa. In tutto il mondo. Non lo è da oggi e i motivi sono molti e variegati, come si è scritto più volte anche qui. Ma, perfino negli ultimi anni, ci sono stati fenomeni ed eventi positivi – o parzialmente positivi – che hanno meritato attenzione e portato…

Ten Movies for Five Stars

The Movimento 5 Stelle is the biggest novelty of the last decade, for Italian politics. And it is still difficult, even for Italians, to totally understand its nature. Here’s a list of 10 (actually 11) movies to help also the non-Italians comprehend all the facets of this shimmering chimera: #1: V for Vendetta All over the world, the term “V-Day” commonly refers…

La Nobiltà del Padre

È mattina, accendo la tv. Fuori, la nebbia nasconde tutto il quartiere. Sul primo canale si parla delle feste, di presepe e altre decorazioni. Sul secondo canale un’intervista, parla un giovane della “generazione Erasmus“. Sul terzo canale, invece, il dibattito politico, sui postumi del referendum costituzionale. Discutono col conduttore: Fabio Mussi – classe 1948, esponente…

Il Miracolo

È pomeriggio, passeggio accanto al Duomo. D’improvviso un’ovazione s’infila nello spiraglio lasciato aperto dalle cuffiette. Una folla di adolescenti, ragazzi e ragazze, molti scortati da qualche genitore, esulta ammirata verso il negozio di libri e cd. Molti hanno in mano un libro – lo stesso libro -, e un pennarello. “Ma chi c’è?”, chiedo a un papà in fila….

Parlarsi addosso

Parlarsi addosso è un errore imperdonabile in politica. Parlarsi addosso è una patologia cronica di quelle parti politiche in cui gli intellettuali hanno ruoli preminenti: la sinistra, in primis (assieme al centro liberale). Parlarsi addosso è grave perché significa: non arrivare, non farsi comprendere, non essere aperti agli stimoli, non raccogliere le critiche. Autoreferenzialità e chiusura….